La zanzara anofele è più comunemente conosciuta come la zanzara della malaria, in quanto rappresenta il principale vettore di trasmissione della malattia.

La malaria è una parassitosi dovuta alla inoculazione mediante le punture delle zanzare del genere Anopheles del plasmodio che è la causa della malattia. In Italia è stata sconfitta nella prima metà del secolo scorso. Casi sporadici si verificano ancora, probabilmente importati da zone malariche, per esempio da viaggiatori in aereo o per nave.


Le zanzare Anopheles per quanto poco diffuse in Italia devono essere tenute sotto controllo.


Molti sono i metodi di lotta alle zanzare, ma quello più sicuro ed efficace è il sistema brevettato iZanz che mantiene giardini, piscine, parchi, locali aperti al pubblico  liberi da zanzare, perché crea una barriera  per questi insetti.
L’innovativo sistema iZanz è efficace contro qualsiasi specie di zanzare, comprese le anopheles e ovviamente le cosiddette tigre, le temibili Aedes albopictus.
Gli impianti iZanz antizanzare sono costituiti da una centralina automatizzata programmabile, che alimenta circuiti  con ugelli nebulizzatori   di diversa dimensione a seconda delle grandezze e caratteristiche dei giardini dei giardini ma di nebulizzazione automatizzato. Ogni impianto iZanz è su misura per ogni giardino.

Gli insetticidi consigliati ai nostri clienti sono piretro naturale, piretroidi di sintesi, oltre a repellenti vegetali: la scelta è del cliente. 

iZanz è basato su un impiego minimo di insetticida (1% in acqua due volte al giorno per 70 secondi). La sua efficacia è data dalla continuità. Così iZanz ottiene molto con molto poco. 

Per avere informazioni più esaurienti chiamateci, saremo lieti di rispondervi.

Di Staff iZanz, 03/07/2018

Chiamaci: 055 8792354

Oppure compila questo modulo senza impegno

Messaggio inviato con successo!
Grazie per averci contattato.
Sarai ricontattato al più presto ad uno dei recapiti inseriti nel form.

Cordiali Saluti.
iZanz - Fossi Ecoservice Srl
Attenzione!
C'è stato un problema nel tentativo di inviare il messaggio.

Riprova più tardi.
Grazie.

Clicca qui maggiori informazioni
* Campi obbligatori