Hanno sempre assillato e succhiato il sangue al genere umano? Oltre che ad animali e ad uccelli?

Le zanzare depongono uova (che poi divengono larve, pupe e infine insetti adulti). Un pò come le galline, solo che loro non le covano le uova, ma le lasciano a zatterine nell'acqua o a grumetti nell'ombra e nell'umidità. Ogni sanzara può produrre anche cinquecento uova in un anno. Per questo è difficile liberarsene. Ma sono prima nate le uova o le zanzare? Quesito  insolubile come nel caso dei gallinacei.

Le prime zanzare come immaginarle?
Sono più vcchie di noi, nel senso che sono arrivate prima, molto prima di noi in tempi preistorici. Se ne sa poco, anzi quasi niente. Chiuse in resine fossili se ne sono trovate di antichissime. La loro difficile datazione si perde nei tempi in cui uomini da pungere ancora non ce n'erano. In un conglomerato clastico negli Stati Uniti una zanzara è stata trovata lì intrappolata da  milioni di anni, in essa sono stati ritrovati residui di sangue, non certo umano, preso a qualche animale prima che rimanesse imprigionata nel futuro conglomerato chissà come: le zanzare avevano già allora bisogno del sangue che contiene le proteine necessarie alla produzione delle uova e assomigliavano molto a quelle di oggi.

E quindi nel corso dei tempi le zanzare si sono diffuse quasi dovunque nel globo terrestre dimostrando grande adattabilità. E anche la capacità di essere portatrici di malattie mortali  per gli uomini.

Tra  queste la malaria, presente nella antica Roma e nei suoi territori d'Italia, per esempio dalle aree paludose del delta del Po, nella Maremma toscana, nelle paludi Pontine del Lazio, fino a zone della Sicilia.


Le zanzare sono originriamente africane come i primi uomini? E come loro, poi,  sono emigrate in tutto io mondo?

Sembra molto probabile anche se evidenze precise non ci sono. Ma è certo che la maggioranza delle specie di zanzare si sposta poco dai luoghi di nascita, però con piccoli spostamenti territoriali successivi sono invasori implacabili. Inolltre specie in tempi più recenti sono viaggiatori abusivi, si fanno portare sia in forma di uova depositate, sia già come adulte nei mezzi umani di comunicazione, in contenitori dei più vari tipi, su carri, nelle stive di  navi, ai tempi odierni via nave dentro gomme per automezzi che offrono un riparo sicuro e sufficientemente capace di mantenere all'interno un grado  di ombra e di umidità adeguato alle loro necessità. Viaggiano in forma di uova, ma anche di larve dove vi fosse qualche piccolo residuo di acqua e naturalmente di forme adulte dovunque vi sia nelle stive o altrove posto per nascondersi.
Proprio i trasporti su navi ci hanno portato in Italia la zanzara "tigre" dalle sue zone originarie delle foreste sub-tropicali del Sud Est Asiatico, così come nei secoli scorsi altre specie di zanzare viaggiavano nelle stive dei galeoni che solcavano i mari tropicali e l'Oceano Atlantico.

Le zanzare dunque sono state sempre presenti nel corso della nostra storia, compagne i cui è difficile liberarsi.  

Ma oggi è d possibile liberare finalmente noi, i nostri giardini, i nostri spazi verdi, da queste predatrici assillanti con il nuovo sistema iZanz

iZanz agisce con due sole  nebulizzazioni al giorno di 70 secondi  ciascuna,  erogando  pochissimo  piretro naturale, per esempio,  all’1%  in acqua. Cosi crea una barriera dove le zanzare, che si posano continuamente, vengono soppresse o respinte fino al 90/95%.

iZanz è ecologicamente sostenibile in quanto basasto sul comportamento delle zanzare.


Di Staff iZanz, 12/02/2023

Compila questo modulo senza impegno

Messaggio inviato con successo!
Grazie per averci contattato.
Sarai ricontattato al più presto ad uno dei recapiti inseriti nel form.

Cordiali Saluti.
iZanz - Fossi Ecoservice Srl
Attenzione!
C'è stato un problema nel tentativo di inviare il messaggio.

Riprova più tardi.
Grazie.

Clicca qui maggiori informazioni
* Campi obbligatori